Artena

Genius Loci

Eravamo nella coda dell'estate del 1972, nell'aria si sentiva ancora "Noi Due Nel Mondo E Nell'Anima" dei Pooh, quando decisi di trascorrere una breve vacanza in un camper di un amico per vivere un'intensa storia d'amore con una ragazza di Verona conosciuta in Calabria. Il camper era parcheggiato nel giardino di proprietà di questi amici, in un prato nel comune tra Lariano ed Artena, comunque nella Comunità Montana dei Monti Lepini. Ad Artena, peraltro già conosciuta nel tempo, dal XII secolo al 1872, come Montefortino, ci si approviggionava del pane caldo e quotidiano, preso dagli antichi forni a legna. Così la vecchia città, cara ai Volsci, nutriva le nostre giovinezze e gli antichi e sospirati ardori. Come Garibaldi, anch'io vissi la mia fuga ad Artena. Mi ricordo una mesta fine estate, accompagnata dalle piogge di settembre e dalla fine di un amore giovanile e ad un'Artena severa e partecipe "Ed Io Dovrei Comprendere Se Tu Da Un Po’... Non Mi Vuoi"

Riguardo all'autore
Antonello Baranta