La sostenibilità di Cusumano

Cusumano da quest'anno si avvale della certificazione SOStain/VIVA “Sustainable Wine”.

«Thank you, Mother Nature - afferma Diego Cusumano - è la frase distintiva che utilizziamo da sempre per sintetizzare il sentimento e l’obbligo etico di proteggere le risorse, limitandone lo spreco, in modo che siano una fonte continua e una possibilità concreta per chi ci succederà».

Concretamente, i produttori certificati seguono un protocollo che prevede: 

- l’utilizzo esclusivo di energia rinnovabile; 
- la riduzione di fitofarmaci nei vigneti;
- il basso contenuto di solforosa totale nei vini;
- la protezione della biodiversità nei vigneti;
- la difesa del suolo attraverso il prato d’inverno;
- la misurazione dell’impatto sull’aria, sull’acqua, sul vigneto e sul territorio;
- l’impiego di risorse locali, dai vitigni alle persone;
- allargare l’azione oltre il biologico: gli impatti delle attività agricole vanno oltre i confini dei campi che si coltivano, poiché riguardano anche l’aria, l’ambiente, l’economia e la società;
- la pubblicazione annuale del bilancio di sostenibilità che riporti le azioni e risultati raggiunti e sia consultabile online.

Il bollino che indica la doppia certificazione sarà riportato sulla retro-etichetta di tutti i vini Cusumano. 

SOStain è il programma di sostenibilità per la vitivinicoltura siciliana che oggi coinvolge 10 aziende vitivinicole. Nel mese di giugno 2016 è stato firmato un accordo volontario tra il Ministero dell’Ambiente, dello Sviluppo del Territorio e del Mare e l’Alleanza per lo sviluppo sostenibile in viticoltura (SOStain). In base a tale accordo le parti firmatarie si impegnano a promuovere iniziative dedite alla valorizzazione della sostenibilità in viticoltura, creando opportune integrazioni e sinergie tra il programma siciliano SOStain e il programma nazionale VIVA “La Sostenibilità nella Vitivinicoltura in Italia”.

SOStain/VIVA: http://www.sostain.it  www.viticolturasostenibile.org







Riguardo all'autore
Redazione WineFi24