Pizzo Calabro

Genius Loci

Se avessi potuto avere una futuribile macchina fotografica con la memoria retroattiva, ogni volta che vedevo l'abitato di Pizzo, avrei proprio fotografato Napoli dell'Ottocento. L'ardita visione mi è stata donata negli anni ogni volta che vedevo quei balconi, affacciati sul mare delle case di Pizzo, con il bucato penzolante, al sole, come bandiere a segnalare l'attracco in porto sicuro di Nepetia < antico nome del borgo greco> ai naviganti. Quando incontravo in America un calabrese di Pizzo gli replicavo la mia visione, confortata, tra l'altro da un vecchio dagherrotipo di Napoli del 1850 e dalla memoria olfattiva del mercato pizzitano del pesce!

Riguardo all'autore
Antonello Baranta