Tinnura

Genius Loci

Diciamolo subito, fu in un non lontano viaggio nella Planargia, una pianeggiante subregione della Sardegna centrale, comprendente la provincia di Oristano, che intuii e misi a punto questa forma multimediale di reportage letterario ed autobiografico. La proto intuizione avvenne nel villaggio di Tinnura. A parte i colorati murales, è proprio il nome del toponimo “tinnura” che cattura l'attenzione. Quell'antica e laboriosa civiltà post neolitica, ai primordi della Storia, utilizzava principalmente un paio di tipologie vegetali, una era l'asfodelo, l'altra era la pianta del giunco selvatico, chiamata in protosardo “thinnìga” dalla radice “tin”. Ma è quel ricco mosaico parietale di murales, dipinti in vena realistica, dove si rappresentano scene rurali a forte impatto prospettico e visuale, che ne costituisce l'ingente patrimonio artistico. Nella campagna di Planargia, in un colorato villaggio della Sardegna centrale!

Riguardo all'autore
Antonello Baranta